Sfogliato da
Autore: Giovani&Dehoniani

Il gusto del sale

Il gusto del sale

Ci troviamo, ancora una volta, a commentare la notizia terribile del suicidio di una giovane universitaria, questa volta a Milano. Ormai sembra essere diventata una notizia a cui abituarsi e che possa collocarsi nel normale sviluppo delle conseguenze sociali di quello che stiamo vivendo negli ultimi anni: la media dei commenti, infatti, fa riferimento alla condizione giovanile difficile, alla mancanza di una rete sociale di riferimento, alla fragilità dei più giovani accuita dalla pandemia e dalla paura di un futuro…

Leggi tutto Leggi tutto

Tragica ironia – Mc 6,14-29

Tragica ironia – Mc 6,14-29

In quel tempo, il re Erode sentì parlare di Gesù, perché il suo nome era diventato famoso. Si diceva: «Giovanni il Battista è risorto dai morti e per questo ha il potere di fare prodigi». Altri invece dicevano: «È Elìa». Altri ancora dicevano: «È un profeta, come uno dei profeti». Ma Erode, al sentirne parlare, diceva: «Quel Giovanni che io ho fatto decapitare, è risorto!».Proprio Erode, infatti, aveva mandato ad arrestare Giovanni e lo aveva messo in prigione a causa…

Leggi tutto Leggi tutto

Che occhi! – Lc 2,22-40

Che occhi! – Lc 2,22-40

Quando furono compiuti i giorni della loro purificazione rituale, secondo la legge di Mosè, Maria e Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore – come è scritto nella legge del Signore: «Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore» – e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o due giovani colombi, come prescrive la legge del Signore.Ora a Gerusalemme c’era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e pio, che aspettava la consolazione d’Israele, e lo…

Leggi tutto Leggi tutto

Senza fede – Mc 6,1-6

Senza fede – Mc 6,1-6

In quel tempo, Gesù venne nella sua patria e i suoi discepoli lo seguirono.Giunto il sabato, si mise a insegnare nella sinagoga. E molti, ascoltando, rimanevano stupiti e dicevano: «Da dove gli vengono queste cose? E che sapienza è quella che gli è stata data? E i prodigi come quelli compiuti dalle sue mani? Non è costui il falegname, il figlio di Maria, il fratello di Giacomo, di Ioses, di Giuda e di Simone? E le sue sorelle, non stanno…

Leggi tutto Leggi tutto

Il cuore della faccenda – Mc 5,21-43

Il cuore della faccenda – Mc 5,21-43

In quel tempo, essendo Gesù passato di nuovo in barca all’altra riva, gli si radunò attorno molta folla ed egli stava lungo il mare. E venne uno dei capi della sinagoga, di nome Giàiro, il quale, come lo vide, gli si gettò ai piedi e lo supplicò con insistenza: «La mia figlioletta sta morendo: vieni a imporle le mani, perché sia salvata e viva». Andò con lui. Molta folla lo seguiva e gli si stringeva intorno.Ora una donna, che aveva…

Leggi tutto Leggi tutto

Bisogno di liberazione – Mc 5,1-20

Bisogno di liberazione – Mc 5,1-20

In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli giunsero all’altra riva del mare, nel paese dei Gerasèni. Sceso dalla barca, subito dai sepolcri gli venne incontro un uomo posseduto da uno spirito impuro.Costui aveva la sua dimora fra le tombe e nessuno riusciva a tenerlo legato, neanche con catene, perché più volte era stato legato con ceppi e catene, ma aveva spezzato le catene e spaccato i ceppi, e nessuno riusciva più a domarlo. Continuamente, notte e giorno, fra le…

Leggi tutto Leggi tutto

Vuoto a rendere

Vuoto a rendere

Commentare il brano delle beatitudini è sempre molto complicato: in questa IV domenica del Tempo Ordinario (Mt 5,1-12) siamo posti di fronte al ritratto di Gesù, a colui che solo ha vissuto in pienezza quanto annunciato, all’unico che ha fatto delle beatitudini l’essenza della sua esistenza. Si è soliti ricordare che, nel Vangelo di Matteo, le beatitudini aprono il primo grande discorso di Gesù come una sorta di piano programmatico: in qualche modo tutto quello che seguirà dopo sarà una…

Leggi tutto Leggi tutto

Criteri – Mc 4,26-34

Criteri – Mc 4,26-34

In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: «Così è il regno di Dio: come un uomo che getta il seme sul terreno; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa. Il terreno produce spontaneamente prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga; e quando il frutto è maturo, subito egli manda la falce, perché è arrivata la mietitura».Diceva: «A che cosa possiamo paragonare il regno…

Leggi tutto Leggi tutto

Agnelli fratelli – Lc 10,1-9

Agnelli fratelli – Lc 10,1-9

In quel tempo, il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada.In qualunque casa entriate, prima dite:…

Leggi tutto Leggi tutto

Incontrare il risorto – Mc 16,15-18

Incontrare il risorto – Mc 16,15-18

In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro:«Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato.Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno». Il vangelo di oggi, proposto nella festa della Conversione…

Leggi tutto Leggi tutto

0Shares