Un passo alla volta – Gv 16,12-15

Un passo alla volta – Gv 16,12-15

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:
«Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso.
Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future.
Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

Il Vangelo di oggi ci porta sulla soglia della Passione di Gesù, dove sta per cominciare – dopo l’arresto – il processo iniquo a un innocente. Non è possibile che, al presente, i discepoli siano in grado di capire e di accettare una tale prospettiva paradossale: convincersi, cioè, che la morte di Gesù sia per loro un guadagno. Li capiamo molto bene, siamo così anche noi.

Ci vorrebbero ore e ore di spiegazioni, discorsi, risposte alle obiezioni, ecc. ecc. Gesù dovrebbe stare ancora a lungo con i discepoli e istruirli, spiegare loro una infinità di cose, stemperare stordimenti e disinnescare tanta paura. Ma non devono temere! Lo Spirito si metterà sulla loro strada e li guiderà alla Verità tutta intera. Con gradualità, verranno introdotti nella vita del Figlio, perché lui in persona è la verità.

Questa nuova guida, come del resto Gesù stesso, non parlerà se non in obbedienza al Figlio, come il Figlio aveva parlato in obbedienza al Padre. Lo Spirito sarà il portavoce di Gesù e farà ricordare le parole del Nazareno, ma annuncerà anche cose future: quello che Gesù vorrà dire alla sua Chiesa.

Per farci assaggiare queste realtà, così belle e tanto immensamente profonde, ci voleva lo Spirito santo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

0Shares